Percorso

Punti di ristoro – EDIZIONE 2021 IN SEMI-AUTOSUFFICIENZA

La gara è in semi-autosufficienza idrica e alimentare. Lungo il percorso ci sarà solamente 1 punto ristoro dove verranno distribuite bottigliette d’acqua chiuse. Non saranno disponibili i bicchieri in plastica. Le bottigliette vuote o rifiuti personali dovranno essere depositate esclusivamente nelle “green zone” indicate lungo il percorso. In caso di giornata con temperature elevate si consiglia l’utilizzo di borracce personali o zainetti camel back. Ogni corridore dovrà accertarsi di disporre, alla partenza e al punto ristoro, della quantità d’acqua che gli sarà necessaria per completare la gara.

In sostituzione del ristoro finale verrà consegnata all’arrivo un sacchetto con bevande e alimenti monouso.

Le limitazioni dei ristori sono imposte dal protocollo applicativo anticovid per manifestaizoni UISP. Per saperne di più

Planimetria

percorso

Il percorso tradizionale si dipanava su 4 km difficili da ripetere due volte: si partiva dalla piazza per poi toccare tutte le 7 borgate: Pantaneto, Marinelli, Castello, Aia di Bartolo, Villa, Monticello, Aia Marcucci.
Nell’edizione 2015 il percorso si rinnova passando a 12 km da correre tutti di un fiato su un percorso sempre impegnativo di 6 km da ripetere due volte, su e giù per le 7 borgate, con punte di salita oltre il 20%. Si parte come sempre dopo il 2011 dal Campo Polivalente, ma alla Villa invece di imboccare la famosa discesa del Monticello, si gira a sinistra e percorrendo le suggestive carraie di Piancerbaia si riprende il circuito tradizionale al Monticello. Poi come sempre su per il temibile “Bossolo” fino alla piazza (non si passa più per la salita delle Vigne) e poi come sempre: Pantaneto, Marinelli e su fino al Castello all’ombra della torre malatestiana. Si scende all’Aia di Bartolo e si ricomincia per un altro giro.
Un circuito tanto bello quanto duro…se le hanno definito le “Montagne Russe della Romagna” ci sarà un perchè!!

DETTAGLIO TRACCIATO (scarica la traccia gpx)

Altimetria

altimetria

In romagna tutti conoscono Maciano e le sue salite: qualcuno ha definito la “7 Borgate Macianesi” come le “Montagne russe della romagna”…salite ripide e discese tecniche, un percorso tanto duro quanto bello, immerso nella natura e nella storia, che regala a tutti emozioni incredibili e spezza la monotonia delle gare podistiche.

La salita del bossolo

La salita più impegnativa del percorso….

+bossolo+